Articolo letto 5.469 volte

Sto lavorando ad un nuovo “miniprodotto” che vorrei pubblicare entro l’estate. Ho pensato di dedicare alcuni PDF e probabilmente anche un audio ad un argomento che mi interessa da diverso tempo: come possiamo insegnare il concetto di Legge di Attrazione ai bambini? E più in generale, a chi non vuole saperne di impararla? :-p

Credo che i bambini siano particolarmente avvantaggiati nel mettere in pratica la LOA: hanno poche convinzioni limitanti (probabilmente meno di un adulto che non ci abbia lavorato sopra adeguatamente) e sono più bravi ad immaginare e a lasciare libera la creatività. Si fanno meno domande inutili, provano, sperimentano e poi decidono (e che meraviglia se lo facessimo tutti noi “grandi”…)

Penso quindi che si tratti di un argomento che va affrontato adeguatamente. Ci sono senza dubbio ottime metodologie per spiegare ad un bambino che cos’è il potere creativo, in modo che possa iniziare a sperimentarne l’efficacia.

Potete farmi sapere che cosa ne pensate commentando questo post. Grazie a tutti!

PS: visto il successo ottenuto, ho deciso di prolungare di qualche giorno l’iniziativa per richiedere il solo audio “Fai il pieno di Gratitudine” dando la possibilità ai “nuovi” di avvicinarsi ai concetti trattati sul sito con un piccolo contributo… e grandi benefici fin da subito! Chi non avesse ancora aderito clicchi qui subito!

[ratings]



13 commenti a Come spiegare ai bambini la legge di attrazione

  1. mariu scrive:

    Io non ho bambini miei e, adesso che ci penso, nemmeno un bimbo che mi giri intorno, in questo periodo.
    Sigh, dove sono andati tutti i bambini? chiusa parentesi.
    Penso che sia un’idea fantastica e non nascondo che l’argomento mi interessa.
    Mi piacerebbe proprio vedere la Loa attraverso e con gli occhi di un bambino.
    Ritrovare l’innocenza di un bambino, che cosa meravigliosa!

  2. Loredana scrive:

    Finalmente! Ho due bambine di 8 e 4 anni e con loro gioco con l’EFT e con la LOA cercando di assecondare quelli che sono i loro bisogni e i desideri, ma credo fortemente che con il tuo insegnamento apprenderanno molto rapidamente e facilmente. I bambini sono molto più ricettivi rispetto a noi, visto che non hanno molte “scritte sui muri” e se noi gli insegnamo ad essere liberi avremo senza dubbio un mondo migliore!! Bacioni Loredana

  3. Antonio scrive:

    ahh… che bello leggere questo post..
    era da tempo che sentivo il desiderio di poter far conoscere ai bambini “strumenti creativi” prima che vengano contagiati dagli adulti;-))

    ho una sorella di 14 anni e una sorellina di 6 e mi rendo conto delle straordinarie potenzialita che hanno i bambini oltre alla questione importantissima che è quella del tipo di persona che possono diventare se solo non subiscono le limitazioni personali del mondo “maturo”

    spero di sentire presto tue novità sull’argomento..

    salutoni :-))

    Antonio

  4. mentemix scrive:

    Ciao Francesco hai novità a proposito? Da pedagogista sono molto interessata all’argomento e sarebbe bellissimo portarla nelle scuole la Loa così finalmente si insegnerebbe qualcosa di utile :P
    A proposito di infrastrutture dai 10 anni in poi ne hanno già un bel pò per quel che osservo io, quindi ci vorrebbe una modalità per i piccoli fino ai 7/8 anni e un’altra per i grandicelli dai 9 in su che preveda una ripulitina preliminare anche per loro su temi quali giudizio, valore, perdono etc.

    Disponibile per riflessioni ti saluto.
    Daniela

  5. lucia scrive:

    Ciao Francesco
    ho bisogno che mi illustri nel modo più dettagliato possibile come insegnare al mio bambino di 5 anni a credere e realizzare la perfetta e duratura salute del corpo nonchè a immaginare cose positive che lo aiutino a crescere sano nel corpo e nello spirito.
    E’ importantissimo per me, che dopo aver letto molto sull’uso dell’immaginazione negli ospedali pediatrici, mi sono accorta che mi mancano gli strumenti e le nozioni per insegnarla a mio figlio.
    Attendo tua risposta.
    Lucia

  6. Francesco scrive:

    @ Lucia:

    I bambini hanno straordinarie capacità “immaginative” e, soprattutto, hanno generalmente molti meno “filtri” degli adulti: per loro, quello che dice un personaggio autoritario, come una madre, è vero.
    Quindi potresti rendere la “spiegazione” della LOA un momento di gioco e di intimità in cui racconti al bambino, semplicemente, come stanno le cose. Ancora meglio se hai tempo di prepararti un racconto “per metafore”: sarà più efficace.

    Non ho esperienza diretta a riguardo, ma puoi farla tu, e poi raccontarci come è andata.

    Un saluto.

  7. monica scrive:

    insegno nella scuola primaria e in questo anno scolastico ho attivato un laboratorio emozionale in cui insegno ai bambini a definire i propri obiettivi e a perseguirli quotidianamente. grande successo di partecipazione e motivazione. alcuni di loro hanno già raggiunto il primo obiettivo legato alle discipline scolastiche ed hanno già pensato al secondo.si può fare
    un saluto

  8. Francesco scrive:

    @Monica: che idea STRAORDINARIA! Esattamente, come svolgi questa attività con i bambini? Fammi sapere, sono molto interessato, grazie!

  9. Fabio scrive:

    Ciao Francesco, da pochi giorni seguo il tuo blog e ho subito chiesto la tua guida in più parti che, puntualmente, sta arrivando nella mia posta. Ti sono grato per quello che fai. Sono certo che il tuo lavoro sta aiutando ed aiuterà moltissime persone!
    Riguardo a questo post, mi sono accorto solo alla fine della lettura che risale a quattro anni fa….non riesco quindi a capire se il tuo progetto è andato in porto oppure no. Ho un figlio di sette anni e mi affascina la LOA: mi piacerebbe che lui si avvicinasse nel modo più adeguato, e quanto prima, a questo mondo.
    Fabio

    • Francesco scrive:

      Ciao Fabio,

      benvenuto e grazie molte per le tue parole. Mi auguro proprio come tu scrivi di poter essere di supporto.
      Hai ragione, il post ha i suoi anni… :) Nel tempo non ho approfondito l'argomento, ma ciò che puoi sicuramente fare con tuo figlio è abituarlo fin d'ora ad anticipare mentalmente il futuro. Per creare in lui convinzioni positive a riguardo, puoi anche "giocare" a fargli immaginare qualcosa che desidera fortemente (per esempio una gita da qualche parte) e che tu hai già deciso di fargli fare. Quando avverrà "crederà" di averla attratta.
      Nel suo futuro poi, non sempre sarà così, ma coloro che sono fortemente convinti di poter manipolare il proprio futuro attraendo a sé gli eventi che desiderano hanno anche molte più possibilità di vivere effettivamente la vita che desiderano.

      A presto.

      • Fabio scrive:

        Grazie Francesco, lo trovo un ottimo suggerimento! Nel frattempo, vorrei sperimentare con lui il processo della gratitudine attraverso il legame ad un "oggetto magico". Per questo motivo, al mare l'ho portato a scegliere una piccolo sasso raccolto in spiaggia da tenere con sé.

  10. Elena scrive:

    Ciao Francesco!

    Grazie a te e all’universo di avermi portata “qui”,a incontrare, riconoscere questa realtà. È passata solo una settimana, ma comincio già a sentire i benefici. Ho profondo desiderio di conoscere e sperimentare sempre di più riguardo la legge di attrazione, e appena mi sentirò pronta ne parlerò ai miei figli, ai miei studenti,….

    G R A Z I E

    Elena

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Commenti recenti

  • Francesco: Grazie a te Andrea per il tuo contributo! Gli Hicks sono...
  • Francesco: Ciao Leo, ci sono molte tecniche per sbloccare le...
  • leo: mi rendo conto che il mio ostacolo più grande sta nel...
  • Francesco: Grazie Barbara, sono contento di sapere che ti sono...

Archivi

This site is protected by WP-CopyRightPro