Articolo letto 17.857 volte

Mi occupo di legge di attrazione da molti anni e so che uno dei temi più affascinanti per coloro che la scoprono e vogliono impararla riguarda la possibilità di migliorare la propria situazione economica. Guadagnare di più, incrementare le possibilità, arricchirsi e innalzare il tenore di vita sono concetti che piacciono alla maggior parte delle persone perché ci permettono di avvicinarci ad uno dei valori condivisi più importanti: la libertà.

Nessuno, infatti, può definirsi completamente libero di agire se ci sono attività imposte (e che non amiamo svolgere) senza le quali non potremmo mantenerci nelle condizioni in cui siamo. Viceversa, chi ha molto denaro può avere a disposizione anche il bene più prezioso: il tempo, in quanto può decidere come spenderlo a piacimento. Immagina come sarebbe la tua vita se non fossi costretto ad andare a lavorare tutti i giorni: probabilmente dedicheresti le ore a fare ciò che veramente ti piace e ti dimenticheresti del concetto di stipendio che è la ragione principale per cui la maggior parte delle persone lavora. Gli uomini e le donne di maggior successo che ho conosciuto hanno trovato il modo di guadagnare denaro svolgendo attività che amano e che pertanto praticherebbero anche gratis. Ma di questo parleremo in un altro momento. Oggi voglio metterti al corrente della mia esperienza nel campo della legge di attrazione utilizzata per generare ricchezza.

La domanda che tutti dovrebbero porsi è: chi riesce davvero a fare soldi grazie alla legge di attrazione?

Dato per scontato che si tratta di un argomento di largo interesse… in questi anni ho avuto modo di studiare molti casi in cui qualcuno ha deciso di arricchirsi tentando di attrarre a sé denaro, utilizzando la visualizzazione a questo scopo. In tal senso, il messaggio che The Secret ha promosso è quantomeno incompleto. La prima cosa che devi tenere a mente è che non è sufficiente immaginare assegni nella cassetta delle lettere perché ciò accada. Le semplificazioni che The Secret ha introdotto riguardo l’arte di attrarre a sé ciò che si desidera sono state, in un certo senso, un grosso limite per molti che hanno deciso di apprenderla.

In altre parole… non è così semplice! Se vuoi davvero attrarre a te denaro (che poi, in altre parole, significa creare più condizioni per guadagnarne, meglio se facendo ciò che ti piace) allora devi necessariamente sviluppare questi punti:

  • Avere chiaro l’obiettivo in termini di quantità e qualità. Non è sufficiente affermare “Voglio guadagnare di più”. Occorre essere più precisi: quanto di più? Rispetto a che riferimento? In quanto tempo?
  • Avere un obiettivo generativo e non inibitorio. Se vuoi arricchirti perché pensi di essere povero, in realtà il tuo focus è sulla povertà e non sulla ricchezza. E questo può portarti ad attrarre proprio il contrario di ciò che dici di volere. Focalizzati su ciò che già sai fare bene, che ti piace e che pensi possa generare ricchezza e usa quel punto di partenza per attivare la legge di attrazione.
  • Avere motivazioni forti. Perché vuoi possedere più denaro? A che cosa ti serve? Come lo spenderesti? Sei certo che quel denaro non sia solo un mezzo per arrivare ad un obiettivo più elevato? In questo caso, focalizzati solo su questo.
  • Avere convinzioni di supporto. Attenzione: questo è il punto chiave, senza il quale niente può funzionare! Se affermi di volere essere ricco ma dentro di te pensi che “i soldi causano guai” oppure che “i ricchi sono uomini soli”, il tuo inconscio guiderà i tuoi comportamenti per farti evitare quelle situazioni spiacevoli. In altre parole, non ti arricchirai. Devi allineare le tue convinzioni profonde al tuo obiettivo per avere ciò che vuoi.
  • Essere costantemente nella condizione di agire. Altro punto fondamentale (proprio ciò che The Secret dimentica in toto): devi fare, se vuoi che i sogni diventino reali. Ciò che sperimentiamo non capita per caso, è sempre la conseguenza delle nostre azioni. E’ molto improbabile ottenere ciò che si vuole senza un piano d’azione che va strutturato in modo da portarti ad ottenere ciò che vuoi e seguito sistematicamente. Ci possono essere delle eccezioni, ma non sono – appunto – la norma. La norma dice che azioni di qualità portano a risultati di qualità.

Alla luce di quello che hai letto, adesso la risposta alla domanda precedente dovrebbe essere più facile da individuare. Poche persone riescono ad arricchirsi davvero e a lungo termine utilizzando la legge di attrazione, e il motivo è soltanto uno: pochi sono disposti a fare ciò che va fatto per riuscirci.
La maggior parte delle persone con cui ho discusso di questi argomenti non aveva sufficiente motivazione (o voglia?) per agire secondo lo schema che ti ho riportato. Se può essere facile scegliere un buon obiettivo, trovare forti motivazioni che durino nel tempo non è sempre agevole. Ci vuole un po’ di impegno e la fermezza nel perseguire il proprio obiettivo. Per quanto riguarda le convinzioni, invece, se non ci lavori sopra l’unica certezza che ti posso dare è che non ti arricchirai. Nessuno può diventare e soprattutto mantenersi ricco se la propria identità è quella di una persona povera, che si accontenta di sopravvivere e arrivare a fine mese, che ha paura del futuro e delle sfide che porterà.  Possedere e maneggiare molto denaro è un’abilità, che come tutte va appresa ed allenata, altrimenti prima o poi la nostra realtà esteriore ritornerà a rispecchiare chi siamo veramente.

Ho acquistato e studiato personalmente tutto il materiale che si trova in rete e che riguarda l’uso della legge di attrazione per arricchirsi. Mi stupisce notare che nessuno lavora in modo adeguato su questo tema, quando è – a mio modesto parere – assolutamente necessario farlo (e bene).

Personalmente, infatti, la mia idea di uso della legge di attrazione per attrarre ricchezza passa attraverso la modifica delle convinzioni profonde dell’individuo. Ci sono arrivato a seguito di un lungo percorso di esperienze, in cui ho avuto modo di confrontarmi con persone di grande successo (anche economico) e ho notato che i comportamenti che generano ricchezza sono simili e fanno parte di schemi ricorrenti. Questi schemi derivano da una percezione di se stessi e del mondo che è comune a tutte le persone finanziariamente vincenti. Infatti, se diventi un individuo che sa di meritarsi di essere ricco, che crede di valere, che conosce il momento giusto per agire e trasformare le idee in successo, allora sarai anche in grado di muoverti verso il denaro e la prosperità e riuscirai ad attrarlo a te. A quel punto ti sarà spontaneo e naturale generare pensieri e azioni congruenti con la tua nuova identità di persona ricca, e i risultati che avrai andranno a rafforzare questa convinzione in un circolo virtuoso che porterà successo e felicità nella tua vita.

Il modo che ho scelto per farlo è tramite questo audio che ti consiglio di utilizzare ogni giorno.

La quota richiesta è enormemente inferiore al suo valore ed è realmente in grado di generare cambiamenti dentro di te duraturi e profondi che modificheranno anche la tua realtà.

In passato ho scritto anche altri articoli sul medesimo argomento che abbiamo trattato oggi. Se ti va, leggi ad esempio questo. Fammi sapere che cosa ne pensi nei commenti e ricorda che esiste un modo per creare la vita che desideri…

Tagged with:
 


13 commenti a Chi attrae ricchezza con la legge di attrazione?

  1. Debora scrive:

    Credo che la ricchezza sia una cosa che senti dentro, forse esiste una riprogrammazione della nostra mente e delle nostre convinzioni? Esistono dei metodi oppure è a nostra forza di volontà a fare tutto ciò?

    • Francesco scrive:

      Ciao Debora,

      certamente avere una mente "allineata" con l'idea della ricchezza e nutrita con convinzioni di supporto è necessario. Tale allineamento si ottiene… allenandosi e uno dei miei prodotti permette esattamente questo. Se con ciò intendiamo "forza di volontà", ovvero il forte desiderio di un individuo di riuscire ad ottenere ciò che desidera, allora la risposta alla tua domanda è: sì!

  2. Dino scrive:

    Tante belle parole e alla fine …. tutto a scopo di lucro!

    • Francesco scrive:

      Dino,

      non so se hai letto con attenzione il Blog e il sito, e soprattutto non so se hai applicato i principi che spiega nel dettaglio. So però che se lo avessi fatto con cura, di certo non parleresti di "belle parole", ma di "strumenti" e risorse efficaci.
      Nelle pagine del sito trovi centinaia di articoli, un corso gratuito e una valanga di informazioni sull'argomento, che è trattato nel dettaglio da oltre 8 anni. Poi, per chi vuole approfondire, c'è la possibilità di usufruire della mia consulenza, che naturalmente prevede una quota, in quanto è erogata da un professionista in modo, di riflesso, professionale. Cordiali saluti.

  3. Giuseppe scrive:

    Guarda che quello che dici è saputo e risaputo… penso che come te tutti gli altri che hanno visto The Secret non si sono fermati al film ma si sono documentati su internet e libri vari! Quindi non dici niente di nuovo! Se è una cosa a scopo di lucro la tua? Assolutamente sì! Dacci delle motivazioni in più o almeno dicci qualcosa che non sappiamo e che dimostra che tu sei un professionista e poi ne riparliamo… saluti!

    • Francesco scrive:

      Ciao Giuseppe,

      prima di tutto ho ripulito il tuo commento da tutti i "ke" e "xkè" vari che abbondavano, non siamo su una chat di adolescenti e per rispetto verso i lettori, vorrei che su questo blog si scrivesse in italiano :)

      Detto questo, mi fa piacere se sei già informato sull'argomento, ciò non significa che tutti debbano essere al tuo straordinario livello di conoscenza e magari a qualcuno fa piacere leggere in modo chiaro e semplice i concetti che tu già conosci. Questo sito ha più di 10mila visite al mese e gode si un pubblico eterogeneo.

      Riguardo i miei "scopi", non credo che stia a te decidere in "assoluto" quali sono: magari non ti è mai venuto in mente che pubblicare per 8 anni articoli sempre nuovi e proporli gratuitamente ai lettori sia qualcosa che mi appassiona, ma considera che potrebbe anche essere così.

      Non posso dirti infine "qualcosa che ancora non sai" perché non so che cosa ne sai, decidi tu se questo spazio ti può essere utile, altrimenti non frequentarlo: il mondo di internet è così vasto che non ha senso che tu perda tempo con me, se non mi ritieni all'altezza delle tue aspettative.

      Un saluto!

  4. Erika Crispino scrive:

    Ciò che mi lascia sempre perplessa riguardo tutto ciò che leggo in merito alla questione dell'attrarre ricchezza tramite la legge di attrazione, è che spesso mi trovo ad aver a che fare con due approcci che, a mio modo di vedere, sono nettamente divergenti. da una parte vi è l'approccio proposto nel film The Secret: Chiedi, Credi e Ricevi, il COME non è importante, ci pensa l'Universo. In questo caso la manifestazione del proprio desiderio sembra dipendere molto da quanto effettivamente Credi di poter ottenere davvero ciò che hai chiesto. In questo caso le proprie Credenze sembrano assumere un ruolo determinante. Se le tue credenze non sono allineate con ciò che desideri difficilmente riuscirai a manifestare concretamente ciò che hai chiesto. Quindi "basta" allineare le credenze, credere fermamente che puoi (anzi già sei ricco) e ricco diventerai. Come non si sa, magari vinci alla lotteria, magari ricevi un'eredità inaspettata, magari trovi una valigetta piena di soldi. Poi c'è l'altra scuola di pensiero, quella che ti dice che devi Chiedere, Credere, Agire e infine Ricevere. Qui l'Agire fa la differenza sostanziale. se vuoi realizzare il tuo desiderio devi Agire, definire un obiettivo concreto, stilare un piano d'azione ecc. ecc. A questo punto quella che prima era solo Legge di attrazione inizia a somigliare sempre di più ad un vero e proprio percorso di coaching. E qui casca l'asino! Come faccio a diventare ricco? Non basta più chiedere, credere fermamente, visualizzare, farmi un bel film in tecnicolor, anzi in 3D (visto che va di moda) dove mi vedo ricco sfondato, devo anche trovare un obiettivo concreto che mi consenta di diventare ricco, che sia possibilmente realistico (ovvio), realizzabile, misurabile, tempificato, dettagliato, poi individuare strategie adeguate per realizzarlo, strutturare un vero e proprio piano d'azione, e un goal setting. Il tutto facendo ovviamente un lavoro, anzi chiamiamola attività, che mi piace così tanto che se ne avessi la possibilità farei persino gratis! Insomma il Come che prima non aveva alcuna importanza, competenza esclusiva dell'Universo benevolo, improvvisamente diventa determinante, di colpo diventa una mia precisa responsabilità. Per diventare ricco devo sapere Cosa fare e Come farlo. Adesso presumo che il Cosa e il Come debbano essere attività possibilmente lecite (ammesso e non concesso che sia facile diventare ricchi in maniera disonesta e, soprattutto, saper Come fare per diventare ricchi delinquendo…personalmente non saprei da dove cominciare….e a chi pensa che la strada più facile per diventare ricchi sia la criminalità, consiglierei di guardare Breaking Bad, è illuminante, e poi è un capolavoro!).
    Presumo che l'attività che dovrebbe farmi diventare ricco sia il mio lavoro (legale), il lavoro che mi piace (ovviamente). Me lo spiegate come faccio a diventare ricco se, per esempio, nella vita faccio la maestra elementare e magari adoro fare quel lavoro perchè stare a contatto con i bambini, educarli, formarli, vederli crescere, mi rende felice? Parlo per ipotesi. Non sono maestra elementare e non so quanto possano guadagnare, presumo non molto, quindi dubito che si possa diventare ricchi svolgendo un simile lavoro. Però magari mi piace da morire, talmente tanto che farei questo lavoro pure gratis…ma di sicuro non diventerò mai ricco. Ne consegue che, a meno che io non abbia una passione che possa diventare anche un lavoro molto remunerativo, difficilmente svolgendo un lavoro comune potrò raggiungere uno stato di ricchezza. Quindi mi si ripropone il problema del Come. Come faccio a diventare ricco se svolgo un lavoro comune, che magari mi piace da morire, ma che non potrà mai consentirmi di guadagnare cifre di denaro rilevanti e di avere quella Libertà di cui parli nel tuo articolo? A questo punto preferisco aderire a letteralmente a quanto esposto in The Secret: Chiedi, Credi e infine Ricevi. non preoccuparti del Come. Il Come è di competenza dell'Universo. Perchè se inizio a pensare che il Come sia di mia competenza mi si apre davanti un baratro, perchè mi piace fare tanto un lavoro che purtroppo è mal pagato e magari anche poco considerato. Quindi se voglio diventare ricco o cambio attività (e non saprei nemmeno cosa fare) oppure mi affido all'Universo!

  5. Luigi scrive:

    Erika,
    molte cose belle sono state scritte fino a oggi, molte idee molte versioni differenti, ma ti dico che la strada migliore è il “The Secret”.
    Quindi sì , Chiedi, Credi,e Ricevi, la strada é questa.

  6. Ivan scrive:

    Mi piace l’argomentazione e sopratutto sono curioso di sapere Francesco cosa pensa al riguardo. Saluti.

    • Francesco scrive:

      Ciao Ivan,

      ciò che penso è pubblico da anni e non è ancora cambiato :)
      Hai una domanda specifica sull'argomento sulla quale io possa esserti utile?

  7. Jung scrive:

    Salve a tutti, desidero riportare la mia esperienza personale, io sto diventando ricco utilizzando la legge di attrazione, ma pratico anche il Buddismo e mi interesso di Kabbalah, anche di fisica quantistica e sono molto attento e connesso.
    Erika centra il punto che posso confutare in “chiedi-credi-ricevi”, almeno per quanto riguarda ciò che ho creato-manifestato nella mia vita, l’ universo, il macrocosmo, il microcosmo e noi e il tutti connesso insieme altro non sono che meccaniche quantistiche, l’ emozione, la fede il CREDERE attiva quello stato di latenza che poi si manifesta con prepotenza, è straordinario, è un POTERE UMANO.
    Ho iniziato a realizzare piccole somme, oggetti, elettrodomestici, elettronica, motociclette, finchè ho cominciato a ragionare su cose più grandi, come la villa in cui vivo ora, prima facevo letteralmente la fame, non lavoravo, non creavo…ora l’ energia scorre fluida ma un ingrediente fondamentale è Amore costante verso tutto e tutti.
    Shalom

  8. Francesco scrive:

    Io ho le stesse perplessità di Erika. Nel senso che in "The secret" sono riportati degli esempi concreti su quanto questa legge possa agire nella propria vita. Poi non capisco perché solo con chi vuole diventare ricco la legge di attrazione spiegata in the secret funziona in parte, mentre con altri obiettivi ( salute, amore, ecc…) questo piano di azione non è mai menzionato. Se io voglio mettere in pratica la legge di attrazione per diventare ricco e debbo stabilire un piano di azione, allora faccio prima a comprarmi un libro sulla PNL che queste cose me le spiega in maniera dettagliata. Ma sono convinto che non sia così.
    Tra l'altro a me viene sempre in mente le parole evangeliche di Gesù "Chiedete come se avete già ottenuto e ringraziate il Padre". In pratica Gesù ci dice di chiedere ( pregare ) come se quello che chiediamo ( nella preghiera ) fosse già di nostra proprietà. Questa è la fede di cui si parla. Gesù certamente non ci dice di pregare, chiedere, e poi stabilire un piano d'azione per avere quanto chiediamo.

    Poi ovvio, non è che dobbiamo stare sul divano di casa senza far nulla, ma l'atteggiamento fiducioso è ben altra cosa dallo stilare un dettagliato piano di azione.

    Spero di ricevere risposta

    • Francesco scrive:

      Ciao, è un discorso piuttosto articolato, mi riservo quindi di scriverne in futuro per non far diventare un commento a questo post un articolo a se stante :)
      Riflettiamo comunque sul concetto base che ci dice che la "ricchezza" intesa come possesso di denaro (riprendo l'esempio di Erika) altro non è che un MEZZO per portarci a sperimentare determinate sensazioni e vivere situazioni che presumiamo essere utili alla nostra evoluzione. Ma non è il solo modo.
      In realtà, il denaro non è – tranne rarissime eccezioni – mai l'oggetto dei nostri obiettivi, è soltanto un tramite che (pensiamo) ci può aiutare a realizzarli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Commenti recenti

  • maria: E' tutto vero ma spesso mi capita di scoraggiarmi
  • Fabio Di Domenico: "Se hai paura di essere povero, ti comporti...
  • A: Stavo leggendo l'articolo e facendo l'esperimento con...
  • lucy: Preghiera a San Cipriano: Cipriano tu che hai il potere fa...

Archivi

This site is protected by WP-CopyRightPro